tessuto sociale

no , non è un nuovo prodotto dei Missoni, o tantomeno dei cinesi-vi-tessiamo-tutti, ma il nome che usiamo per definirel’insieme delle relazioni personali ed extrapersonali tra gente che vive prossima.

è un tema che ci è molto caro, e di cui ci (pre)occupiamo molto.

gli ultimi decenni sono stati fatali alla lacerazione del nostro tessuto sociale, costringendo (e in alcuni casi promuovendoli come valori) all’individualismo, alla competizione personale, alla diffidenza, al formalismo, all’intolleranza, alla chiusura, al silenzio.

non servono molti argomenti per dichiarare che questo atteggiamento non ci piace.

come non dovrebbe essere difficile intuire come questo tessuto sociale “lacerato”, sia la causa di tanto dolore e sofferenza..

vedi ultimo tutto quello che è successo a New Orleans..

Per ricevere aggiornamenti quotidiani iscriviti al Canale Telegram o alla Newsletter settimanale, e condividi se vuoi aiutare:
Stefano Cecere
Stefano Cecere
Play well, Die Happy! Autore, Educatore, Sviluppatore, Umanista, Papà.

Ricerco, Sviluppo e Condivido nell’intersezione tra Giochi, Educazione, Tecnologie Digitali, Creatività, Filosofia e attivismo Umanista per una Politica 2042. Senza troppe aspettative ma almeno mi diverto nel tentativo :) ah e papà 2x

Prossimo
Precedente